Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Fonte: Comunicato stampa

Le Confraternite dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati, dopo circa dieci anni dall’ultimo “Cammino Diocesano”, si preparano a vivere una giornata confraternale, nella preghiera e formazione spirituale, quale occasione propizia, per tutti i confratelli e le consorelle, per rinnovare la fede in Cristo, che è centro di ogni cosa e imitare nello spirito di servizio e carità i santi titolari dei sodalizi e rifugiarsi sotto il manto Materno della Madonna.

La prima parte del “III Cammino diocesano delle Confraternite” si svolgerà a Corigliano Rossano (a.u. Corigliano), città ausonica, nella splendida cornice del Castello Ducale, domenica 16 ottobre 2022. Dopo l’accoglienza, alle ore 9.00, la giornata inizierà con la preghiera. A guidare i lavori di questo momento formativo sarà Don Nicola Alessio, Direttore dell’Ufficio Diocesano delle Confraternite. Seguiranno i saluti di alcuni rappresentanti della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia, tra cui Don Vincenzo Bruno Schiavello che è anche Delegato dei Vescovi della Calabria e Rosalia Coniglio, Vice Presidente per il Sud Italia e Vicario. La catechesi, sul tema della giornata: Il ruolo delle Confraternite nella Chiesa di Dio che è in Rossano-Cariati nello Spirito del Sinodo, sarà tenuta dal Prof. Francesco Pistoia, Senatore emerito. A concludere i lavori sarà il Padre Arcivescovo S.E. Mons. Maurizio Aloise. Nella seconda parte, tutte le Confraternite, con stendardi e labari, partiranno in processione, dal Castello Ducale in “Cammino confraternale”, verso la Chiesa di Sant’Antonio dove, alle ore 11.30, il Padre Arcivescovo celebrerà la Santa Messa. Auspichiamo una grande partecipazione perché sia un momento di fede e diventi esempio del vivere cristiano. Per molte persone può sembrare, che quando si indossa l’abito confraternale – segno distintivo dell’essere confratello o consorella – e sfoggiando stendardi e gonfaloni colorati, sia un atto di esibizionismo; per altri invece, questi momenti, se vissuti con fede, devozione e compostezza, possono e devono essere motivo di conversione per chi non crede in Dio e per quanti, credenti, osservano e guardano. Infatti, con l’esempio che si dà per le strade, le confraternite si identifichiamo per quelli che sono: cristiani/confratelli, cioè fratelli gli uni degli altri in Cristo Salvatore.

Giuseppe Calarota, Segretario  Ufficio Diocesano delle Confraternite Arcidiocesi di Rossano-Cariati

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module