Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

dell'avv. Gianni Santelli

Il patrimonio che appartiene al Comune di Corigliano – Rossano, è costituito da edifici e da terreni. Su entrambi mi vorrei soffermare, per contribuire da cittadino, alla trasparenza, legalità e buona amministrazione, a cui si dovrebbe tendere.

Questi principi sono facili da enunciare ma difficili da realizzare, a meno che una Amministrazione che garantisca i cittadini, ci lavori in maniera seria ed efficacia. Il come proporlo non è difficile anzi. Bisogna armarsi di buona volontà. Mi permetto di sussurrare la mia ricetta, caro Sindaco. Costituzione di una stazione appaltante, all’interno dell’ amministrazione, con funzionari che abbiamo i requisiti di: a) un architetto o ingegnere; b) un agronomo; un consulente in discipline giuridiche ( esperto in diritto amministrativo possibilmente sarebbe il massimo). Si passa alla ricognizione dei beni, i quali vanno individuati e conseguentemente si redige una lista. Si controlla che detti beni sono detenuti da persone fisiche e si valuta il titolo che le stesse hanno sull’ immobile. Si redige un criterio per l’ attribuzione degli stessi in godimento a terze persone. Si prelevano i titoli e si attribuiscono al patrimonio dell’ Amministrazione. Ogni titolo ha un valore per ettaro di circa 700 o 800 Euro. A questo punto, si concedono con contratti agrari nuovi i beni immobili alle stesse persone che abbiano i requisiti stabiliti dalla stazione appaltante e si mettono a regime. I frutti derivanti dalle operazioni sopra menzionate si inseriscono nel bilancio, come crediti che potrebbero soddisfare le esigenze dei cittadini. Tagliare le tasse, effettuare opere pubbliche, ripristinare strade o quello che una amministrazione ritiene opportuno nell’ interesse dei cittadini. Il tutto di questa operazione viene pubblicato sul sito della trasparenza del Comune e caro Sindaco, tutti si mettono una polpetta in bocca, maggioranza, opposizione e cittadini. Concludo, con volere evidenziare che i terreni agricoli, oggi,  fanno poca cassa. Il perché è da riscontarsi non nella produzione che è eccellente ma nella commercializzazione. Mi spiego meglio, i nostri produttori agricoli sono in grossa difficoltà economica, tenuto conto dei costi alti di gestioni e dei conseguenti ricavi. La grande distribuzione la mancata possibilità di esportare il prodotto in Russia, ha fatto scendere il prezzo dei nostri prodotti che sono di ottima qualità ma che si scontrano con prodotti provenienti da altri mercati, i quali non hanno i nostri costi. In questo momento i produttori agricoli sono in difficoltà, solo una politica attenta e capace li può risollevare. Io da cittadino il mio piccolo contributo a questa Amministrazione lo concedo e sono a disposizione naturalmente gratuitamente a continuare. Alla mia città io ci tengo.

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module