Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Giulio Iudicissa

Ne parlo con tranquillità, perché di tal peccato può darsi che mi sia macchiato anche io. Se è accaduto, comunque in un tempo ormai lontano, ne faccio ammenda, assicurando di non subirne più la tentazione. Parlo della ‘presunzione’, un peccato, che, poi, si accompagna a superbia e tracotanza. Chi lo commette e non se ne libera presto, lo porterà con sé forse sempre, quasi come seconda pelle e neanche si accorgerà di diventare, pian piano, persona fastidiosa e sgradevole.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Mi auguro di cuore che voi abbiate iniziato al meglio il nuovo anno, già dalla prima settimana. Per rimanere uniti nella preghiera vi invio una riflessione sul Vangelo di oggi:

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Vangelo di oggi: Lc 3,15-16.21-22: In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo,

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Giulio Iudicissa

Miserere nobis, Domine, per la semina che, ieri, avremmo dovuto fare e non abbiamo fatto, preferendo alla doverosa fatica il trastullo. Miserere nobis, Domine, per il pane che, oggi, avremmo potuto assaporare e che abbiamo lasciato sul desco, preferendo al quotidiano cibo la corsa agli affari. Miserere nobis, Domine, per il lamento che, domani, rivolgeremo a te per il tempo, che pur benevolmente assegnatoci, abbiamo inutilmente consumato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
di Salvatore Martino
La vicenda dei Magi, narrata nei Vangeli, rivela un fascino davvero straordinario, non solo per la singolarità dei personaggi in questione, ma anche per l’atteggiamento, assolutamente sorprendente, che essi tennero nei confronti del Bambino nato nella mangiatoia. Erano uomini ricchi, potenti, dotti, studiosi di astrologia, e andavano alla ricerca della Verità indicata dalle Scritture.
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Come avete passato questi giorni di festa?  Spero che anche durante questo nuovo anno potremo camminare insieme, per questo vi invio un mio pensiero sul Vangelo di oggi:

 Dio, nessuno lo ha mai visto:
il Figlio unigenito, che è Dio
ed è nel seno del Padre,
è lui che l'ho rivelato


Gv 1,1-18
_______________________________
 

Lo ha rivelato, cioè lo ha reso trasparente nella sua umanità: gesti, parole, carne, sangue, emozioni, paure, gioie, lacrime. L’umanità di Gesù è il racconto più bello e concreto del volto del Padre: quel modo di stare nella vita da fratello e da minore; quello sguardo penetrante che trabocca di infinita misericordia; quelle mani forti di carpentiere che si posano delicatamente sulla piccolezza di ogni carne; quei piedi impolverati di fragilità che non si stancano di camminarmi a fianco;
quel cuore squarciato dalla passione per ogni angolo di umano; quell’inconfondibile chinarsi sulle mie stanchezze per rialzarmi a vita risorta. Questo è Dio, il Dio che Gesù Cristo ogni giorno mi rivela. Dio che si fa carne dov’è carità e amore. Il Signore vi accompagni durante questo nuovo anno.   

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Gv 1,1-5.9-14: In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Giulio Iudicissa

Dipendesse da me, comunicherei col vecchio strumento della lettera: foglietto, busta e francobollo. So, però, che non è più possibile. Me ne dispiaccio e poco importa, se passo per romantico di risulta, sul sedile di un calesse, mentre tutto intorno si corre Per una volta, comunque, torno a tradizione e - foglietto e busta alla mano - mi siedo allo scrittoio e scrivo una letterina a me stesso. E scrivo, scrivo, poi, concludo così, prendendo a prestito un verso di padre Davide M. Turoldo: “In questo slancio finale non cedere mio cuore alle sovrane stanchezze”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Morire a vent'anni perchè qualcuno ti ha mandato a morire sul fronte russo è veramente disumano”. È questa la frase più ricorrente che i soliti pacifisti nostrani (tutti ovviamente di sinistra) tirano fuori dal loro logoro repertorio a cui ormai siamo abituati.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Giulio Iudicissa

Il Natale: quello delle immaginette e dei libri illustrati, quello delle chiese affollate e delle strade colorate, quello dell'albero e del presepe, quello dei doni, quello dei buoni odori e della famigliola raccolta, quello della letterina. Il Natale: sempre la stessa sequenza. Il Natale: dolce nell'attesa, gioioso nello scorrere, malinconico, poi, quando pur si avvicina il ritorno all'ordinario. È di nuovo Natale e di nuovo il Bambino scende dalle stelle. Per tutti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Vangelo di oggi: Lc 2,41-52: I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa.

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module