Stampa
Categoria: Eventi
Visite: 684
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

di Francesco Sommario

Corigliano 14/12/2019 – Nella suggestiva cornice della Biblioteca del Liceo Scientifico “Fortunato Bruno” si è svolta la cerimonia di consegna del “7° PREMIO MEZZOTERO”, premio voluto dalla Famiglia Mezzotero in memoria del dirigente Antonio Mezzotero che per un ventennio ha amministrato con passione e competenza i Licei di Corigliano.

È risultato meritevole del premio lo studente Damiano Gammaro. Damiano, con altri tre alunni delle classi quinte A.S. 2018/19, Francesco Borromeo, Carmen Basile e Martina Manfredi, selezionati in modo oggettivo per i meriti scolastici conseguiti durante la loro carriera liceale, ha partecipato ad un test attitudinale su argomenti matematici e scientifici, risultando primo classificato. Damiano oggi frequenta il primo anno del corso di studi di Matematica e Informatica presso l’Università della Calabria.

All’iniziativa erano presenti: il figlio Aurelio e la nipote Antonella del compianto preside Antonio Mezzotero; il prof. Salvatore Martino, ora in pensione, già docente del Liceo negli anni in cui era reggente il preside Mezzotero nonché ricoprente la carica di Vicepreside; il prof. Gianluigi Greco, docente di Matematica presso l’UNICAL; il prof. Francesco Angelini, docente di Fisica Spaziale e ricercatore presso l’UNICAL.

La sala era gremita degli alunni delle classi quarte e quinte che hanno a lungo applaudito il loro compagno di studi per il prestigioso premio conseguito.

La prof.ssa Annagiulia Lo Giudice ha portato i saluti del dirigente scolastico Pietro Antonio Maradei, assente per precedenti impegni presi, e introdotto i lavori.

Significative sono state le parole di Salvatore Martino nel ricordare la figura del preside Mezzotero: “Sono particolarmente grato per aver avuto la fortuna di conoscere il Preside -ha dichiarato- e di averne apprezzato il suo pensiero e le sue azioni: un dirigente che considerava la scuola un intreccio di vite, relazioni, sentimenti oltre che didattica. Un educatore maestro di vita e di scuola, orientato a formare una classe di studenti che insieme a noi docenti avrebbero contribuito alla crescita sociale e morale della società coriglianese e del Meridione. Il Liceo “Fortunato Bruno” sotto la guida di Mezzotero è stato un punto di riferimento del territorio e una corda tesa verso il mondo universitario; caratteristica che ancora oggi è mantenuta e perseguita dal dirigente attuale Pietro Antonio Maradei”.

A tali parole sono seguite quelle della nipote Antonella, docente di Storia e Filosofia del Liceo Scientifico: “É vero, mio zio voleva lanciare un ponte fra il Liceo e l’Università. Il fine di questo Premio in sua memoria vuole, infatti, contribuire ulteriormente a tale scopo dandone continuità nel tempo a venire. Infatti, Il Premio intitolato a mio zio prof. Antonio Giuseppe Mezzotero (1938-2012) docente di matematica e poi preside del Liceo Scientifico F. Bruno di Corigliano Calabro per oltre 20 anni, assegnato ogni anno alla studentessa o allo studente del liceo Bruno maggiormente distintosi nell'apprendimento delle materie scientifiche, continua, simbolicamente e con altri mezzi, il suo ruolo educativo svolto per decenni con infinita dedizione”.

Il prof. Gianluigi Greco ha elogiato la qualità e l’importanza del “Premio Mezzotero”, ringraziando la famiglia e evidenziando il suo forte legame di amicizia che lo lega ad essa.  “Una iniziativa tutta rivolta ai giovani -ha affermato- che è da stimolo per la loro crescita e che arricchisce ogni anno un po’ anche a tutti noi”.

Infine, il prof. Angelini ha tenuto per gli alunni e i docenti presenti una lezione magistrale dal titolo “C’è molto spazio nel mondo”. Nella sua performance ha illustrato, fra l’altro, i processi fisici che accadono sul Sole e le interazioni che essi hanno col pianeta Terra e col resto dell’Universo. A termine della sua esposizione il docente ha voluto rimarcare l’importanza e il ruolo che i giovani devono avere per un rilancio della Calabria che è possibile, chiedendo loro di “osare di più” e di “mettersi in gioco”.

Nel ricevere il premio lo studente Damiano Gammaro, visibilmente emozionato, ha ringraziato sia la Famiglia Mezzotero sia i tanti docenti del Liceo che lo hanno formato e reso una “persona migliore e capace di poter affrontare le sfide che il futuro gli riserverà”.

Ha concluso i lavori Aurelio Mezzotero rivolgendo parole di ringraziamenti  a quanti hanno operato perché anche quest'anno il premio fosse un successo: “in primis il  padrone di casa preside Maradei nonché il prof. Martino, che è stato collega e stimato collaboratore di mio padre. Ringrazio inoltre il team che ha organizzato  questa edizione dell'evento: Gianluigi Greco per la parte di gestione delle prove di matematica e di programmazione generale della giornata finale, Antonella Mezzotero per le attività di selezione dei finalisti e di preparazione dell'evento, il personale tecnico del liceo e il prof. Francesco Valentini per l’interessante lezione tenuta ad un giovane pubblico attento e partecipe”.