Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Sezione Regionale CALABRIA della Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali  (SIPBC-Onlus), presieduta dal prof. Franco LIGUORI, continua ad organizzare interessanti e valide iniziate mirate a far conoscere,e,  conseguentemente, tutelare e difendere il ricco patrimonio archeologico, storico-artistico ed ambientale della Calabria, con particolare attenzione al territorio della Sibaritide e della fascia ionica cosentina.

Dopo i riusciti incontri culturali su Thurii-Copia, sui Brettii, sugli Enotri, questa volta ci si occuperà della civilizzazione bizantina nella Calabria settentrionale-ionica ( secoli VII-XII) , che si identifica col movimento ascetico, artistico, economico e culturale, che s’impernia nel monachesimo greco, detto “basiliano”, perché ispirato alle Regole di S. Basilio di Cesarea. Tema del convegno, che si svolgerà a Corigliano Centro, nella Chiesa di S. Maria Maggiore, il 17 agosto p.v., alle ore 19,00, sarà : Scoperta degli antichi monasteri e dei sentieri percorsi dai monaci basiliani, dalla Chiesa di S. Maria del Patìre (Corigliano-Rossano)  all’Abbazia Florense di S. Giovanni in Fiore. La manifestazione si svolge in collaborazione con l’associazione “Le Aquile” e l’Hotel Palazzo Castriota di Corigliano Centro. Dopo i saluti del parroco Don Santo Aquilino e un intervento introduttivo del dr. Ernesto Borromeo (socio SIPBC e “Le Aquile”), relazioneranno il dr. Luigi Petrone ( Il colle del Serratore e i Basiliani) e il prof. Franco Liguori, presidente della SIPBC-Calabria, che si soffermerà sul tema : Monachesimo basiliano, insediamenti rupestri e monasteri nella Calabria di età bizantina e normanna. L’interessante iniziativa avrà il suo culmine il giorno 25 agosto p.v. (ore 8,00), presso la Chiesa del Pathirion, con la partenza a piedi dei partecipanti alla camminata, organizzata dall’Associazione di Protezione Civile “Le Aquile”, insieme alla SIPBC-Calabria, attraverso i sentieri della Sila Greca percorsi dai monaci basiliani nell’alto Medievo. La camminata si concluderà il 26 agosto con l’arrivo all’Abbazia Florense di S. Giovanni in Fiore. 

L’intero percorso sarà documentato con un video, che sarà divulgato sulle più importanti testate televisive nazionali. Molto soddisfatto il presidente della SIPBC calabrese, lo storico Franco Liguori, che così ha dichiarato : “Si tratta di una bellissima iniziativa, originale anche nella sua organizzazione, che, perfettamente nello spirito della nostra associazione, mira a far conoscere ad un pubblico il più largo possibile, le preziose testimonianze storiche e culturali della nostra regione, nel caso specifico una pagina gloriosa, ma poco conosciuta, della storia della Calabria medievale: il basilianesimo, il movimento monastico che diede vita alla splendida civiltà calabro-bizantina, testimoniata oggi, oltre che dai codici e dalle opere letterarie superstiti, ancor più dagli avanzi dei monumenti artistici che, sperduti nelle solitudini dei nostri monti e lasciati per secoli nell’oblìo, vanno attirando, da un po’ di anni in qua, l’attenzione degli studiosi, e ricevendo interventi di recupero e di restauro”.

 

 

 

 

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module