Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

È collassato questo pomeriggio, 31/07/2020, il tetto dell'auditorium "Nicola Calipari" all'interno di Palazzo Campanella a Reggio, sede del Consiglio regionale della Calabria.  Un fortissimo boato è stato avvertito in tutta la zona circostante. Ancora tutte da chiarire le cause.

Fortunatamente non c’era nessuno oggi pomeriggio, intorno alle 16, nell’auditorium Nicola Calipari di Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria, quando improvvisamente il tetto della struttura è crollato, letteralmente collassato all’interno. Fosse accaduto durante un evento pubblico, sarebbe stata una strage: la sala ospita oltre 600 posti a sedere, e molti altri spazi in cui solitamente gli spettatori stazionano in piedi. Spesso e volentieri negli eventi pubblici della sala ci sono oltre mille persone.

“Un crollo per ora inspiegabile, un collassamento dell’intero tetto della struttura che si è abbattuto col suo peso immenso di tonnellate schiacciando tutti gli interni, distruggendo le file di poltrone, lo spazio-regia e il palco rialzato. Per miracolo non c’è stata una strage”. Mentre raggiunge urgentemente in auto Reggio, il presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini commenta così il drammatico, rovinoso schianto che oggi pomeriggio si è verificato a Palazzo Campanella distruggendo l’Auditorium “Nicola Calipari”. Per fortuna – aggiunge Tallini –  nel primo pomeriggio quando si è improvvisamente verificato il tracollo, a quanto pare l’Auditorium era deserto e non ci dovrebbero essere vittime né danni alle persone”. “Appena informato del gravissimo episodio – continua il presidente dell’Assemblea – ho delegato il collega Giuseppe Neri, presidente della Commissione Bilancio, per compiere un primo sopralluogo sommario sul posto e mi sono messo subito in macchina per raggiungere la sede del Consiglio”.

La copertura della sala, che aveva struttura portante in metallo, si è accartocciata su se stessa cadendo all’interno dell’ampio locale. Sin dai primi momenti i Vigili del Fuoco hanno accertato che la struttura al momento del crollo era chiusa, inoltre non risultavano dispersi; a scopo precauzionale, è stato fatto intervenite anche il nucleo cinofili. Le ricerche effettuate dai Vigili hanno confermato che nessuna persone era rimasta coinvolta dal crollo. Sul posto è intervenuto anche un magistrato che sta coordinando le indagini per stabilire le cause del crollo.

(Fonte: http://www.strettoweb.com)

 

 

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module