Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E’ in programma per oggi a mezzogiorno, nel porto di Corigliano Calabro, lo sbarco di una nave con a bordo 310 migranti, tra cui diversi minori non accompagnati. E’ il primo sbarco del 2017 mentre in totale si tratta del 12esimo nel porto calabrese, in cui, dal gennaio 2015, sono arrivati oltre 4.900 migranti. La nave  che trasporterà i migranti nel porto coriglianese è la Vos Hestia, che opera sotto il coordinamento della Guardia Costiera, si tratta della nave di Save the Children, battente bandiera italiana. Di stanza ad Augusta, è lunga 59 metri, potrà accogliere fino a 300 persone per volta e si avvarrà di due gommoni di salvataggio gestiti da squadre specializzate. La prefettura di Cosenza coordinerà le operazioni di accoglienza, insieme al Comune di Corigliano, e le attività di soccorso delle varie associazioni di volontariato. Secondo i primi dati, a bordo della Vos Hestia dovrebbero esserci 278 uomini, 32 donne, di cui sei in stato di gravidanza e 21 minori. Al momento non si sa se si tratti di bambini accompagnato o meno e niente si è riusciti a sapere sulle eventuali patologie dei profughi. Per la maggior parte i migranti provengono dall'area subsahariana ma sarebbero presenti anche alcuni palestinesi. Da parte della speciale commissione voluta dal prefetto, Giancarlo Tomao, per gestire questo tipo di emergenza, vi è stata già ieri una riunione nel corso della quale sono stati predisposti gli interventi da porre in essere. Così come ieri pomeriggio il sindaco, Giuseppe Geraci, ha riunito la giunta per mettere a punto la macchina organizzativa. Già dalla prima mattinata di oggi nell’area portuale dove arriveranno i migranti verranno installate le attrezzature necessarie per l’accoglienza e l’assistenza medica. Appare davvero superfluo parlare di emergenza umanitaria, tenuto conto che in appena due anni gli sbarchi, con quelli di oggi salgono a 12, ma quello che è il problema maggiormente avvertito dalla locale amministrazione è la gestione dei minori non accompagnati. In questi mesi, dopo avere superato con non poche difficoltà l’ospitalità dei minori all’interno del palazzetto dello sport, si è cercato di reperire strutture che potessero ospitare al meglio questa gente. Ma ora il problema si ripropone con lo sbarco di oggi , dove, come si diceva dovrebbero essere almeno 21 i minori non accompagnati, cifra questa purtroppo destinata a salire nel momento in cui la nave sarà approdata nel porto. Ricordiamo che i migranti che arriveranno oggi a Corigliano sono una minima parte di quelli che sono sbarcati a Vibo Valentia e a Reggio Calabria.

Giacinto De Pasquale

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o inviare un articolo. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica
    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’amministratore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’amministratore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Ogni forma di collaborazione si intende offerta e fornita a titolo gratuito.
    giweather joomla module